ARREDAMENTO D’INTERNI

Lo Psico Design in pratica.

La nostra casa, il nostro posto di lavoro, rappresentano i luoghi dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo. È quindi una necessità imprescindibile che siano a nostra misura e che ci rappresentino. In un habitat in cui stiamo bene, in un luogo in cui ci sentiamo a nostro agio e che sia oltre che funzionale anche armonicamente rispondente alle nostre esigenze estetiche, viviamo e lavoriamo meglio.

Lo PSICO DESIGN attinge dalla psicologia e dall’arte, solo apparentemente così lontane, in realtà tanto vicine da compenetrarsi per trovare un modo nuovo di presentarsi come elemento che esce dal contesto abituale di arte concepita all’interno di “gallerie” e psicologia concepita in uno studio psicoterapeutico, per concretizzarsi nella realtà di ciascuno.

Così come per ogni azienda o imprenditore, per noi è fondamentale soddisfare le richieste del cliente. Il nostro successo è instaurare con il committente un rapporto lavorativo duraturo. Lo Psico Design ha individuato in tre punti il raggiungimento di questa condizione: capacità di ascolto e accoglienza della richiestaanalisi e traduzione operativa, in tempi veloci; supporto e feedback nel tempo.

Obiettivo dello Psico Design è permettere alle persone di trovare armonia, sicurezza e protezione all’interno dei propri ambienti. Attraverso gli oggetti, i materiali, i colori. La capacità di ascoltare e comprendere le persone si unisce alla flessibilità e all’armonia tipica dell’arte. Psico Design come movimento creativo e concettuale nel campo dell’arredo ma anche, e soprattutto, come ponte tra psicologia, arte e design.

Guarda come lo Psico Design possa migliorare l’aspetto e l’abitabilità di una casa.

Case History

Una consulenza d’arredamento o di ristrutturazione di Psico Design mira a collocare persone, arredi, colori e materiali nella giusta dimensione, con equilibrio, dinamicità e adesione al principio di realtà come nelle case history qui di seguito.

Estetica e funzionalità si coniugano per creare ambienti reali, abitati e vissuti da persone reali.

Lo Psico Design operativamente raggiunge questo equilibrio, basando il suo intervento sull’analisi e sulla ricerca personalizzata con interventi mirati ai bisogni reali della situazione e delle persone.

Da casa mia, a casa tua… a casa nostra

Da casa mia, a casa tua… a casa nostra

L’inizio di una convivenza e la condivisione quotidiana di uno spazio abitativo è un passaggio carico di emozioni. Ciascuno porta desideri, sogni, fantasie, immaginari, che hanno legami con le proprie famiglie di origine, con le proprie abitudini, con le proprie...

Lo spazio di “Ro”

Lo spazio di “Ro”

Lo spazio di “Ro” deriva da una famiglia nel mezzo del ciclo di vita, due figli piccoli, un lavoro impegnativo, una casa…tante soddisfazioni…tante responsabilità. Da qualche tempo è nata l’esigenza, manifestata maggiormente dal marito, di avere uno spazio per...

Un armadio di sogni

Un armadio di sogni

Quando due fratelli o sorelle condividono la stessa camera, lo spazio ha una grande valenza emotiva. Se da bambini si può trovare divertente giocare insieme o chiacchierare alla sera prima di addormentarsi, con l’inizio dell’adolescenza e della gioventù le cose...

Quando la casa si restringe

Quando la casa si restringe

Una giovane coppia è costretta a trasferirsi in un appartamento di metratura inferiore. Bisogna affrontare, dal punto di vista pratico e psicologico, il restringimento dello spazio, operare una scelta sugli arredi. Dopo tre incontri si è compreso che:...

Quando i figli se ne vanno

Quando i figli se ne vanno

In questo caso ci troviamo di fronte alla “sindrome del nido vuoto“, ossia al momento in cui da famiglia si ritorna ad essere coppia perchè i figli ormai cresciuti si allontanano. Ecco che bisogna rivedere l’uso dello spazio, la ricollocazione o il cambiamento in...

Passaggio di testimone – Testimone di passaggio.

Passaggio di testimone – Testimone di passaggio.

Quando si eredita una casa, si eredita ben più delle mura, si ereditano i debiti ed i crediti con le generazioni passate. Quando si ristruttura una casa che è testimone di un passaggio generazionale, non si mette solo mano ai pavimenti, all’impianto...

Un armadio di sogni.

Quando due fratelli o sorelle condividono la stessa camera, lo spazio ha una grande valenza emotiva. Se da bambini si può trovare divertente giocare insieme o chiacchierare alla sera prima di addormentarsi, con l’inizio dell’adolescenza e della gioventù le cose mutano. Ciò che prima era fonte di gioia e complicità, diventa noioso se non addirittura fastidioso; lo spazio nell’armadio non è più sufficiente; i complementi alle pareti mal tollerati. Si manifestano le differenze e le diverse necessità.

Il suggerimento è: separiamo e definiamo lo spazio a disposizione pur continuando a condividere lo stesso ambiente.

Se non si possono avere due camere, si possono avere due armadi diversi, in modo che ciascuna delle ragazze abbia uno spazio da utilizzare in autonomia. L’armadio diventa quindi l’elemento che contiene non solo gli abiti, ma anche i “sogni”, i “segreti” e che permette una maggiore intimità personale.

Ogni ambiente ha la sua storia, come ogni persona.

Pertanto, non esiste un intervento standardizzato e funzionale preconfezionato,
ma solo uno schema generale che si adatta di volta in volta alle esigenze ed alla sensibilità delle persone.

Ogni progetto è “ad personam” e quindi suscettibile di variazioni in base alle richieste e necessità del committente.

Per i privati

“Vogliamo una casa bella ed accogliente?”

Dobbiamo quindi considerare l’idea di “una casa che si prenda cura di noi”. In tal senso dobbiamo fare attenzione all’uso degli spazi, ai mobili, ai complementi d’arredo, ai colori, ai pavimenti, ai tendaggi, ai tappeti, in modo da creare uno “spazio-bolla” che protegga la nostra intimità, che ci permetta di concentrarci, pensare e rilassarci, col quale sentirci in sintonia.

Lo spazio domestico, oltre che dalle nostre scelte organizzative, secondo gusti e criteri individuali, prende vita dalle azioni e i movimenti che vi compiamo ogni giorno.
Lavorando su questo concetto di base, lo Psico Design può intervenire in un piccolo progetto di interior design, in una ristrutturazione o nella progettazione di una nuova abitazione.

In una casa “che si prende cura di noi”, lo spazio deve essere di tutte le persone che la abitano. Lo Psico Design sostiene che ci deve essere uno spazio personale dove trovare pace e quiete accanto ad uno spazio pubblico e sociale per le relazioni.

Obiettivo dello Psico Design è permettere alle persone di trovare armonia, sicurezza e protezione all’interno dei propri ambienti. Attraverso gli oggetti, i materiali, i colori. La capacità di ascoltare e comprendere le persone si unisce alla flessibilità e all’armonia tipica dell’arte. Psico Design come movimento creativo e concettuale nel campo dell’arredo ma anche, e soprattutto, come ponte tra psicologia, arte e design.

Per le aziende

“Vogliamo sentirci bene per lavorare meglio?”

Trascorriamo parecchie ore del nostro tempo in ambiente lavorativo. È importante che esso ci permetta di trovare parte della nostra individualità e unicità. Se viviamo meglio, lavoriamo meglio e la produzione ci guadagna in qualità.

Lo Psico Design analizza il modo in cui gli spazi vengono utilizzati e arredati, i colori, la luce, la cura degli ambienti e la possibilità di una personalizzazione, anche parziale, degli stessi.

Obiettivo dello Psico Design è permettere alle persone di trovare armonia, sicurezza e protezione all’interno dei propri ambienti. Attraverso gli oggetti, i materiali, i colori. La capacità di ascoltare e comprendere le persone si unisce alla flessibilità e all’armonia tipica dell’arte. Psico Design come movimento creativo e concettuale nel campo dell’arredo ma anche, e soprattutto, come ponte tra psicologia, arte e design.

“Un cliente a proprio agio è un cliente felice!”

In ogni attività commerciale, in ogni negozio che si rivolga al pubblico per una vendita o per un servizio alla persona è fondamentale mettere il cliente a proprio agio, in una situazione di tranquillità e di benessere. Il cliente deve sentirsi come a casa sua. Lo Psico Design suggerisce di valutare l’importanza dei cinque sensi. Gli ambienti commerciali che prestano attenzione alla sensorialità umana sono quelli di maggior successo.

Obiettivo dello Psico Design è permettere alle persone di trovare armonia, sicurezza e protezione all’interno dei propri ambienti. Attraverso gli oggetti, i materiali, i colori. La capacità di ascoltare e comprendere le persone si unisce alla flessibilità e all’armonia tipica dell’arte. Psico Design come movimento creativo e concettuale nel campo dell’arredo ma anche, e soprattutto, come ponte tra psicologia, arte e design.

Richiedi un preventivo

+39 388 505 3823

w

info@psico-design.com